Quali argomenti si affronteranno durante il workshop?

Questo Workshop è ideato per fornire le nozioni di base necessarie ad intraprendere la professione di Storyboard Artist o Visualizer, figure professionali che uniscono conoscenze tecniche ad una forte predisposizione artistica. Attraverso l’utilizzo di strumenti digitali e cartacei, si parlerà di linguaggio cinematografico, disegno della figura nello spazio in prospettiva, profondità di campo, composizione e bilanciamento dell’inquadratura, didattica dello storyboard.

La figura dello Storyboard Artist è sempre più richiesta nel mercato delle grandi e piccole produzioni cinematografiche e pubblicitarie che utilizzano lo storyboard per fornire alla regia ed ai reparti tecnici, soluzioni originali e compatibili con i mezzi economico-logistici e con i tempi di realizzazione di un progetto. Possibilità lavorative presso: produzioni cinematografiche, agenzie di comunicazione, produzione di videogame.

Il workshop prevede una conoscenza base di photoshop, dell’anatomia, della prospettiva. Per partecipare al corso è preferibile: conoscere gli strumenti base di photoshop, conoscere le basi di anatomia e della prospettiva e avere dimistichezza del linguaggio cinematografico.

Programma

Sabato 22 Febbraio 2020 10:00 - 18:00

Mattina

  • Cenni di prospettiva intuitiva e figura nello spazio
  • Le inquadrature - campi e piani
  • Composizione e bilanciamento dell'inquadratura
  • Profondità di campo - Le ottiche
  • Nomenclatura cinematografica e didattica dello storyboard

Pomeriggio

  • Grammatica del linguaggio cinematografico
  • Storytelling e tecniche di regia
  • Storyboard cinematografico e pubblicitario
  • Strumenti e supporti digitali (documentazione)
  • Simulazione di lavoro come storyboard artist

Chi è Marco Valerio Gallo

Lavora come storyboard artist per il cinema, la televisione e la pubblicità. Collabora con gran parte delle produzioni cinematografiche ed agenzie pubblitarie italiane.
Nel settore pubblicitario lavora come visualizer per spot di grandi brand tra cui Toyota, Lavazza, Ferrero, Angelini, Honda,Campari, Ponti, Missoni, Sperlari, MSC…
Si interfaccia attivamente con importanti registi come Sorrentino, Verdone, Tognazzi, Končalovskij, Mainetti. Nel 2016 e nel 2018 si aggiudica il premio Pellicola d’Oro come miglior storyboard artist rispettivamente per “Lo Chiamavano Jeeg Robot” e “Brutti e Cattivi”

Alcuni suoi lavori