La Regia e l’Idea

Digital CompositingAvanzato
26 Marzo 2017
Marketing
26 Marzo 2017

Avere un’idea, lavorare a stretto contatto con uno sceneggiatore, gestire un set, produrre un contenuto audiovisivo, conoscere i tempi e i modi della post produzione, sapere cosa sia l’illuminazione: sembrerebbe si stia parlando di molti ruoli, di molte persone, invece si parla di una sola figura fondamentale, il regista.

Obiettivo del corso.

Avere un’idea, lavorare a stretto contatto con uno sceneggiatore, gestire un set, produrre un contenuto audiovisivo, conoscere i tempi e i modi della post produzione, sapere cosa sia l’illuminazione: sembrerebbe si stia parlando di molti ruoli, di molte persone, invece si parla di una sola figura fondamentale, il regista. Essere un regista, al giorno d’oggi, vuole dire essere in grado di interfacciarsi con ogni reparto e fase della produzione dell’audiovisivo, non basta saper inquadrare o essere in grado di montare un video, è fondamentale essere l’art director dell’idea, guidarla, accompagnare i propri collaboratori ispirando fiducia e autorevolezza, essere il direttore d’orchestra dei musicisti più validi che si possano avere.

L’intento è quello di sviluppare un percorso propedeutico al lavoro del creativo e in particolar modo del regista attraversando in 150 ore tutte le fasi della gestione dell’IDEA. Si partirà costruendo un’identità dell’autore fino ad arrivare ad essere in grado di confezionare, creare, produrre, gestire un progetto creativo in ogni suo step. Il docente usufruirà dell’aiuto di alcuni collaboratori per nozioni specifiche come storyboard, Fotografia, Costume Design, Sceneggiatura, Post Produzione. L’intento pratico del corso è rappresentato dalla creazione insieme agli studenti di un progetto seriale della durata complessiva di 10 minuti (4 o 5 mini episodi) e dalla produzione di quest’ultimo per coinvolgere tutti potenzialmente per il ruolo desiderato e testare anche una forma di comunicazione audiovisiva estremamente funzionale nel nostro tempo.



Conoscenze richieste.

La partecipazione al Corso prevede una forte curiosità verso il mondo della regia e dell’audiovisivo, una conoscenza base di programmi di montaggio e grafica (interfaccia e funzionamento base) e una predisposizione di sensibilità artistica.


Proposta didattica.

E’ un corso atipico, nuovo. Un esperimento di insegnamento didattico “elastico”, una palestra per la creatività basata totalmente sul passaggio di nozioni e sullo stimolo continuo. Alcune lezioni si baseranno sull’ascolto di colonne sonore di film o commercial, altre lezioni saranno di visione di film, analisi e conoscenza di ambiti audiovisivi lontani dal mainstream. Il corso si svilupperà in diverse fasi della produzione dell’idea e si passerà da una fase più teorica, in particolare nella prima parte del corso, per poi passare alla parte pratica con l’apprendimento di reali strumenti per il set da gestire durante la produzione della propria creatività. Sarà importante basare l’intero lavoro con il docente e a casa su un rapporto di tempo/risorse/risultato affinché tutto l’impegno e la dedizione siano ben spesi. Si affronteranno anche lezioni pratiche di montaggio, post produzione, sceneggiatura, fotografia, per dare agli studenti uno strumento reale di gestione pratica dei settori dell’audiovisivo.


Svolgimento del corso.

II corso ha una durata di 150 ore con una frequenza di 3 volte a settimana con lezioni di 3/4 ore, per un totale di 10 settimane. I giorni sono orientativamente il giovedì sera (dalle ore 19 alle ore 22), il venerdì sera (dalle ore 19 alle ore 22) e il sabato mattina (dalle ore 10 alle ore 14). Ogni studente avrà, nelle lezioni pratiche, una postazione dedicata per sviluppare progetti ed esercizi sul percorso didattico in presenza del docente.